DIGITAL HEALTHHEALTH & TECHNOLOGY

La Digital Health corre più veloce del previsto

Di rivoluzione digitale del settore sanitario si parla da quasi 20 anni, ma ora il suo sviluppo sembra finalmente aver ricevuto una decisa accelerata, persino più rapida delle previsioni.
Secondo uno studio della società di consulenza francese Roland Berger, dal titolo “Future of health. An industry goes digital – faster than expect”, la sanità potrebbe infatti cambiare radicalmente tra oggi e il 2025.
I 400 esperti interpellati per la ricerca ritengono che tra 5 anni la Digital Health in Europa potrebbe valere 155 miliardi di euro, pari a circa l’8% dell’intero mercato sanitario.

La “roadmap” verso la trasformazione digitale

  • La “predizione” di Roland Berger sembra essere condivisa da molti player esterni, in particolare aziende tecnologiche, che stanno rafforzando la loro presenza nel settore sanitario; la competenza nelle logiche di rete e nella costruzione di modelli di business basati sulla gestione dei dati, potrebbe rivelarsi decisiva per una piena affermazione della salute digitale. Gli operatori che si muovono in questo mondo dovranno dimostrarsi in grado di gestire al meglio le opportunità della trasformazione, offendo innovazioni reali, profonde e fortemente orientate al paziente, pena il rischio di restare fermi al palo.

  • L’intelligenza artificiale giocherà un ruolo sempre più cruciale nella diagnosi, nel monitoraggio e nella prevenzione: la ricerca evidenzia che potrebbe sostituire il 20% di tutte le prestazioni mediche tradizionali entro il 2025.
    In questo ambito gli esperti ritengono che una rivoluzione nella rivoluzione arriverà dai “digital twins” modelli digitali virtuali realizzati da una replica del DNA dei pazienti, con i quali sarà possibile testare i trattamenti da utilizzare poi sulle persone.

  • 6 intervistati su 10 prevedono che entro pochi anni i giganti del web come Amazon, Apple e Google saranno tra i principali operatori del settore sanitario.
    Del resto, Amazon ha già lanciato il proprio Care Health Program: un benefit per i suoi dipendenti, che consiste in una “clinica virtuale” che consente diagnosi da remoto e visite mediche direttamente a domicilio.

  • Una previsione su cui sono praticamente tutti d’accordo, è che le compagnie assicurative diventeranno a breve le vere protagoniste del mercato sanitario.
    Secondo la maggioranza degli esperti intervistati, i pazienti forniranno i propri dati alle compagnie assicurative per beneficiare di una riduzione del premio in caso di stili di vita più sani.
    Gli assicuratori a loro volta indirizzeranno i clienti verso un network di partner preferenziali, incentivandoli a utilizzare servizi diagnostici e terapie digitali.
    Il tutto potrebbe innescare un circolo virtuoso a tutto vantaggio della salute generale: “indirizzando” il comportamento dei clienti si potrebbe infatti ridurre l’incidenza delle malattie correlate allo stile di vita.

In definitiva, ecco il “take home message” dello studio rivolto alle aziende che non si vogliono far cogliere impreparate dagli scenari futuri:

“Non aspettare – agisci ora!”

  • Sviluppa la tua volontà di cambiare.
  • Pensa fuori dagli schemi.
  • Focalizzati sui pazienti.
  • Sfrutta la logica di rete e le partnership.
  • Non perdere il realismo.

Fonte: www.rolandberger.com

Tags
Mostra di più

Articoli correlati

Guarda anche
Close
Back to top button
Close
Close